Alessia's ideas

Panorama

Studiando il Viaggio nei Deserti, tocco con mano la sensazione dell’attimo precedente alla visione del panorama. E l’attimo successivo al blocco del Cuore.

Cosa c’è di più devastante nel guardare l’oblio? Nel toccare il vuoto? L’inaspettata attesa, in quell’attimo, prima di poter respirare ancora.

Quasi sento stringermi in petto, quasi tocco il nulla.

Vivere è una tradizione più che un atteggiamento.

Desidero poter mostrare al mondo quanto facile sia trovare quell’attimo. Come sarebbe magico udire il suo silenzio.

Emozionante.

Quasi sento stringermi in petto. Manca l’aria quassù.

Gli occhi tristi di qualcuno caro possono segnare l’incredibile equilibrio del nostro cuore. Risvegliare il nostro lato oscuro. Tirare fuori l’anima. Fuggire.

E’ contemplativo questo panorama. Ho deciso di piantaci la bandiera per poter lasciare un pezzo del mio spirito custode di questo mondo fantastico. Creativo finchè ci sarà il mio scudo.

Un documentario fatto di passione avvincente. Qualcosa che il mondo chiama tempo.
Rimango ferma per un pò a rimirare l’orizzonte. Da quassù sembra piccolo. Da quassù riesco ancora a vedere la luna.

Ora rimango in silenzio. Silenziosa è l’aria che tira. Quasi inesistente. Sarà, ma da quassù il niente riecheggia  nella mia mente. Rimango immobile. Potrei essere io a spostare questa meravigliosa aria.

Il sole è ormai tramontato da un pò. Riesco ancora a vedere l’orizzonte. Come un viaggio in Africa. Il sole è lì, a pochi passi da me. Un canyon si apre oltre la mia mano. Ma qualcosa di prodigioso mi trattiene.

Quasi sento stringermi il petto. Da qui il Paradiso è ancor più vicino. L’Eden attende l’uomo buono. Da qualche parte l’uomo buono ha piantato bandiera.

Un panorama così esiste solo nei sogni. Solo in alcuni dei vostri sogni. Solo nei quadri.

Una pittura a olio dalle sfumature vivaci. Quel magico mondo rappresentato così vicino dal nostro naso da essere desiderabile. Così irraggiungibile.

Oh Dio. Accogli le parole degli uomini buoni. Quasi sento stringermi il petto.

Oh Dio. Cos’é questa melodia celestiale? Perchè volo? Oh Dio.

Quasi sento stringermi in petto. Ho conquistato quel mondo tanto sognato. Ho solo voglia di godermelo. Quasi sento stringere le mie mani. Forse ho solo voglia di volare. Grazie.

L’impegno e la devozione scagionano ogni bravo artista. La passione e il sacrificio fanno di esso una carcassa amabile. Il vero rimpianto che molti hanno senza sapere è che non esiste musica senza una lacrima dietro. Non esiste nota per la quale non si sia stati presi da quelle braccia e fatti precipitare giù da quel precipizio. Ogni bandiera messa è solo un lontano ricordo per gli occhi di un adulto. Dobbiamo imparare. Tanto.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...