Alessia's ideas

Lontano

Persa tra il qui e il fare!
Persa tra le alte onde del mondo.

In realtà esiste qualcosa di diverso oltre il cielo. Qualcosa per cui vale la pena combattere ancora. Qualcosa che salda ben stretti i nostri pensieri fra loro. Li rende leggeri e in grado di volare. Volare lontano. Da quel tocco di colore alle monotone pareti bianche delle nostre mura. La prigione dalla quale tutti dicono di scappare. Ma sono ancora là affacciati alla finestra credendo di essere fuori.

Lontano lontano lontano… fin dove il cuore può sperare. Lontano. Oltre qui.

In realtà siamo diversi dal cielo. E vogliamo ardentemente mischiarci con lui. Vogliamo far volare quello che rimane di dolci pensieri e sparanze. Vogliamo solo andare per poi ritrovare magari noi stessi. La speranza è solo portatrice di gioia. Riempie i nostri cuori goccia dopo goccia. E son le lacrime del cuore quelle. Le stesse lacrime che vengono versate per le emozioni. Ma sono lascrime che vanno lontano queste. Gocce che ci dicono chi siamo. Particelle che appartengono a noi come… anzi! Più del nostro stesso corpo.

Ci porta lontano l’avventura del nuovo e le risate e i passi grandi, fatti per ridere e per avventurarci nell’asfalto.

Sogno di andare via col vento. Con le speranze. E i miei sogni. E tutto ciò che può definirmi ancora libera.

Lo squallore mi ha circondata. Vedere peggio di ciò che già si vede non si può. E’ al limite della realtà. E’ al limite del sogno. Forse bisogna accontentare anche la vista ogni tanto. E farla riposare. E farle notare che i colori non sono standard, che le stagioni sono indipendenti, che il vento veramente porta le speranze sulla sua sella. Basta volerlo vedere.

La perfezione esiste. Io, nel mio mondo non la vedrò mai.. è questa l’unica risposta che ci fa andare sempre più in alto. Ma gli altri in me vedranno quella luce, quella perfezione. Non saremmo qui se non perfetti. Se non in grado di alzarci dal suolo e di portar la nostra mente lontano. Di poter vedere l’alba.. insieme. Di potere ridere e scherzare, di poter piangere e soffrire. Di essere in grado di amare… e di odiare. Non saremmo perfetti se il cielo non fosse blu e se i fiori non sbocciassero quasi all’improvviso.

Il testo rimane scritto nelle pagine di un antico manuale.

Aver paura dell’oltre deve essere un passato lontano dalla mia portata. Deve essere lasciato chiuso nelle pareti bianche della mia casa. E rimanere lì. E io e la mia volontà libere di viaggiare altrove. Di salire in alto e  lasciarmi cadere e con un salto rimettermi dritta sulle due zampe posteriori. Il bisogno di libertà è più forte di quello di amare. Forse i profeti predicavano la libertà e non l’amore. L’amore ci appartiene molto più di quello che pensiamo, fa parte di noi come le mani e i piedi. Non va ricercato ma ascoltato.

La libertà é quello che bramiamo da sempre. Quello che cerchiamo di reprimere.

Essere libero è l’accendere una candela, giocare un pò con la sua fiamma ardente, provare quel dolore e quell’emozione che ci fa fermare. Spegnere la fiammella. Ritirarci sotto le lenzuola…

ssshhhh!! Buonanotte mondo.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...